In questo sito appare una selezione di blogspot gia' apparsi sul mio blog personale
prima del 9 Aprile 2008, data di apertura di questo blog.

Da allora in poi, ne e' una replica fedele.


Mie foto su Flickriver

kilpoldir - View my most interesting photos on Flickriver

lunedì 24 maggio 2010

Morì per aver perso un telefonino

lun 24 maggio 2010 Morì per aver perso un telefonino

Molti anni fa era ben nota una barzeletta che raccontava del visitatore di un cimitero scozzese, stupito nel leggere su di una lapide "Morì per aver perso un soldino" e, ancora di più, nel leggere sulla lapide accanto "Morì ...". (Chi non consce il resto della storiella mi scriva che gliela racconto.)

Ebbene, in questi giorni un venticinquenne laureato cinese della ditta Foxconn si è buttato dal quarto piano, dopo aver perso un prototipo di iPhone che doveva custodire gelosamente al riparo da avidi sguardi di spie industriali. Non so se sulla sua tomba abbiano scritto "Morì per aver perso un telefonino", né tantomeno conosco il contenuto della lapide accanto, ma c'è poco da ridere, visto che i suicidi di giovani e giovanissimi impiegati nella stessa fabbrica, nove per ora, si sono susseguiti a ritmo allarmante e hanno indotto i proprietari ad assumere psicologi e monaci buddisti per vedere di arrestare la moria.

Che clima si respiri in quella fabbrica non è stato ancora accertato da osservatori esterni neutrali. Per ora sappiamo solo che la ditta ha pagato alla famiglia del giovane suicida 52.000 dollari e un vitalizio ai suoi genitori di 4400 dollari all'anno.

Questa storia mi ha ricordato il bellissimo film Café express di Nanni Loy nell'episodio in cui Nino Manfredi ascolta, con incredula amarezza, i parenti di un guardiano notturno, morto ammazzato nel difendere il cantiere, esprimere la loro gratitudine al padrone che ne ha pagato il funerale.

Troppo buono, Lei!



martedì 18 maggio 2010

Fratello eleganza

mar 18 maggio 2010 Fratello eleganza

fratello  eleganza

"(ANSA) - SHANGHAI, 18 MAG - Da barbone a icona della moda. E' la parabola di un barbone di Ningbo, una citta' della Cina nordorientale. Grazie ad una foto su internet, e' diventato 'Fratello Eleganza', richiesto da diverse case di moda. Il giovane e' stato fotografato da una ragazza che ha messo la foto in un social network. La foto e' stata la piu' cliccata, tanto che l'attenzione e' montata intorno al giovane ed ora il suo stile trasandato viene copiato da diversi ragazzi."

Durante una scorribanda sulle notizie ANSA nel settore Tecnologia e Internet, mi sono imbattuto in questa notizia che mi ha sorpreso, benché il mio livello di sorprendibilità sia piuttosto basso, ormai. Di barboni se ne vedono in giro parecchi con cui stabilire un confronto e debbo riconoscere che questo cinese è più dignitoso della media, ma da qui a farlo assurgere a "Fratello eleganza" ce ne corre parecchio.

Detta brutalmente, mi sembra ci sia una bella confusione sui canoni estetici, anche limitandoci al vasto settore della "bassa moda". Indubbiamente svetta, però, rispetto a quello che ho fotografato a Parigi lo scorso inverno nei pressi del Beauburg alle nove del mattino, ancora in abbigliamento notturno.



Archivio blog

Etichette

statistiche